Mauro Pipani

Mauro Pipani vive e lavora a Cesena e Verona. Dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti di Bologna con Pompilio Mandelli (1976), da tre decenni svolge la sua attività artistica attraversando pittura, fotografia e progettazione. Ha all’attivo decine di mostre personali e collettive di rilievo nazionale ed internazionali ed è presente nel circuito dell’Arte con gallerie di riferimento. Esordisce nel 1972 con il collettivo “la Comune” gruppo di giovani artisti diretto da Dario Fo. È tra i fondatori del collettivo di via delle Biscie, che agisce in uno spazio, Villa Enrica, affidato in gestione dal comune di Bologna, e che nel 1973 si presenta alla Libreria Feltrinelli di Bologna. Gli esponenti del gruppo, giovanissimi e socialmente impegnati, affrontano le prime e ancora acerbe sperimentazioni, ma subito si fanno notare: nello stesso anno partecipano al prestigioso Premio Suzzara e ottengono l’interessamento di Mario De Micheli, che nel 1975 presenta una mostra del collettivo alla Galleria comunale Galvani di Bologna. Negli stessi anni è fondamentale anche la frequentazione del gruppo letterario e poetico raccolto intorno alla rivista “Sul porto”, fondata dai poeti Ferruccio Benzoni, Stefano Simoncelli e Walter Valeri. Grazie a questi legami entra in contatto con figure come il maturo Alfonso Gatto, grande trait-d’union tra cultura letteraria e arti visive, Franco Fortini, Pier Paolo Pasolini, Dario Bellezza e soprattutto Dario Fo: è di questo tempo la sua collaborazione alla Comune nella stagione concitata della Palazzina Liberty. 

Tra le sue principali esposizioni ricordiamo: 2001 è invitato da Adriano Baccilieri a Figure del Novecento 2. Oltre l’Accademia alla Pinacoteca Civica e all’Accademia di Belle Arti di Bologna, 1998 Acque di Superficie a cura di Marco Meneguzzo, 2003 Ossidiane a cura di Alberto Zanchetta, nel 2015 Gli alberi sono Anime a cura di Annamaria Bernucci e Arborea a cura di Renato Barilli. Partecipa nel 2016 alla Biennale Disegno di Rimini, lo stesso anno Raffaele Quattrone lo include nel progetto New Faustian World - un libro e un film composto da gruppo di 17 artisti internazionali. Nel 2018 è su invito alla Biennale Disegno di Rimini e in contemporanea espone nella collettiva Sironi e il Contemporaneo negli spazi dell’Augeo Artspace circuito Open Rimini. Nel 2019 pubblica la sua prima monografia Luoghi Riflessi a cura di Flaminio Gualdoni presentata all’interno di una personale, nella casa natale del poeta Marino Moretti a Cesenatico (FC) è poi a Venezia, presso Beatrice Burati Anderson Art Space & Gallery con un’istallazione specific Nautilus per “New Faustian World” a cura di Raffaele Quattrone. Sempre nel 2019 è ad ArtVerona con Beatrice Burati Anderson Art Space Gallery, ad Apporti collettiva con la Galleria Primo Piano Art Gallery Rimini e con una personale, Atmosferica a cura di Franco Bertoni al Museo Ugonia di Brisighella (Ra).

Attualmente è docente di pittura e tecniche della pittura alla Accademia di Belle Arti di Verona, e svolge la sua attività artistica tra Oriola, piccola frazione collinare di Cesena (Fc), e Verona. 

 

Hanno scritto per lui:

Franco Bertoni, Flaminio GualdoniMarco Meneguzzo

BIOGRAFIA